Pensionati e titolari di assegno continuativo. Il Cda delibera "una tantum" di 2 mila euro lordi

Il provvedimento dovrÓ essere approvato dai Ministeri Vigilanti

Newsletter Comunicazione 25 maggio 2023

Nella seduta dell’11 maggio 2023 il Consiglio di Amministrazione della Cassa Nazionale del Notariato ha deliberato di concedere a ciascun pensionato o titolare di assegno continuativo in carico un emolumento straordinario “una tantum” pari ad euro 2.000,00 lordi, e comunque non superiore ad una mensilità della pensione. L’onere a carico della Cassa è pari a circa 5,2 milioni di euro. L’operatività del provvedimento adottato è subordinata al placet dei Ministeri Vigilanti.

La decisione tiene conto del fenomeno inflattivo in corso e del contributo offerto dai pensionati durante la vita lavorativa, elementi da leggere, però, unitamente all’impossibilità di procedere ad un aumento strutturale delle pensioni, che graverebbe inevitabilmente sull’Ente nel lungo periodo.

Tale erogazione è stata resa possibile dalle risultanze del bilancio consuntivo 2022, che presenta un avanzo economico di 75,259 mln di euro, di molto superiore alla previsione pari ad euro 35.669.409.